Commercio: Landella incontra Confesercenti

Franco Landella ha incontrato i rappresentanti di Confesercenti. Con loro, ha ripercorso i risultati raggiunti nei cinque anni di amministrazione comunale

Quello del commercio è uno degli asset più importanti per il tessuto economico di Foggia, per dimensione ed indotto occupazionale. Costruire strategie di collaborazione con le organizzazioni di categoria è dunque un dovere per l’Amministrazione comunale. Ed è esattamente ciò che ha fatto il governo cittadino nel corso di questo mandato, mettendo in campo idee, progetti e sinergie. L’ha ricordato Franco Landella nella sede di Confesercenti nel corso dell’incontro che il presidente Alfonso Ferrara ha organizzato con i candidati alla carica di sindaco.

Dal Piano Strategico del Commercio al Distretto Urbano del Commercio

In questi cinque anni molto è stato fatto sul versante della programmazione, innanzitutto restituendo uno schema di regole chiare ad un settore che prima di noi ne era del tutto sprovvisto. L’approvazione del Piano Strategico del Commercio, infatti, è stata una netta inversione di rotta rispetto al passato. Così come la dimensione partecipativa costruita attorno al Distretto Urbano del Commercio, di cui le associazioni di settore sono state parte decisiva ed essenziale.

L’isola pedonale di via Lanza

Questo straordinario attivismo è stato rafforzato anche da quella che considero una delle più virtuose intuizioni avute dalla nostra Amministrazione comunale in materia di sostegno al comparto del commercio: la nascita della nuova isola pedonale di via Lanza.

Videosorveglianza e riqualificazione aree esterne stazione ferroviaria

A questo va aggiunto il potenziamento del sistema di videosorveglianza nel “Quartiere Ferrovia” e la firma del protocollo d’intesa con RFI, FS Sistemi Urbani Srl, Rete Ferroviaria Italia SpA e Ferrovie dello Stato SpA per la riqualificazione delle aree esterne alla stazione ferroviaria. Un modo per valorizzare l’area, rendendola così più sicura ed attrattiva per investimenti commerciali, anche attraverso la nascita di un vero e proprio Centro Direzionale, sul modello di quelli presenti a Roma e Milano.

Lotta all’abisuvismo

Si tratta quindi di un patrimonio prezioso, che adesso va messo a profitto, accompagnandolo con una più stringente lotta ad ogni forma di abusivismo, obiettivo già centrato con successo ad esempio per il cosiddetto “mercato delle pulci” o per la situazione nei pressi del Liceo Scientifico “Alessandro Volta”. Proprio l’esistenza di uno strategico impianto di programmazione renderà più efficaci e vincenti le politiche da mettere in campo e a cui dare continuità, che hanno già visto nella Confesercenti un interlocutore serio ed importante, il cui contributo sarà decisivo anche nel prossimo futuro.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *