Maurizio Gasparri sostiene Landella

Il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, a Foggia per sostenere la candidatura a sindaco di Franco Landella

“Il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, è un amico della nostra città – dice Franco Landella, che cntinua – è uno dei quei parlamentari che sono stati costantemente attenti alle esigenze di Foggia e della Capitanata, che hanno sempre manifestato disponibilità ed attivismo quando il territorio ha avuto bisogno.

Gasparri con Matera e Silvestris

“La sua presenza qui, oggi, assieme ai candidati alle elezioni europee Sergio Silvestris e Barbara Matera, al coordinatore ed al vice coordinatore regionali Mauro D’Attis e Dario Damiani ed al vicepresidente del Consiglio regionale Giandiego Gatta, non è una visita di cortesia né una passerella – specifica Franco LAndella, che aggiunge – è il sostegno di chi crede in Foggia e nella Puglia, di chi è legato, anche per la propria storia politica, a questo territorio”.

Uniti per confermare il centrodestra a Foggia

“In quest’ultima settimana di campagna elettorale dovremo rafforzare impegno e lavoro per vincere – dice Franco Landella, che continua – dovremo raddoppiare lo sforzo per confermare al governo di Foggia il centrodestra, che ha saputo amministrare bene e con responsabilità, che ha ridato fiducia ad una città che ha raccolto in ginocchio dopo il malgoverno del centrosinistra, che ha dimostrato sul campo la sua capacità di programmare ed intercettare finanziamenti, di ripristinare le regole e di risanare i conti”.

Il centrodestra al governo della Puglia

“Il tuo sostegno è importante, Maurizio. È importante per il nostro partito, è importante per l’unità del centrodestra, è importante per Foggia e per dare un segnale a Michele Emiliano, perché l’anno prossimo il centrosinistra vada finalmente a casa anche alla Regione Puglia – auspica Franco Landella, che chiude – il 26 maggio la nostra città avrà ancora un governo di centrodestra. Foggia sarà ancora una città viva, che non si ferma e continua ad andare avanti”.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *